Pulire la libreria: Castaldo Arredamenti vi dice come.

luglio 17, 2018 8:00 am

La pulizia perfetta

Momento cruciale per qualsiasi appassionato lettore è senz’altro quello in cui trovandosi di fronte alla sua libreria si sente come innanzi ad un ostacolo invalicabile. Proprio tra le pagine dei volumi tanto amati si nascondono enormi quantità di polvere. E allora noi di Castaldo Arredamenti ti guideremo all’estrazione del tuo volume dal suo scaffale per trovarti impreparato all’appuntamento con gli acari, approfittando per mettere un po’ d’ordine alla libreria.

Un posto per ogni cosa

Occorre procurarsi delle scatole compatte al fine di riporvi i libri. Optando per gli abituali “scatoloni” di cartone, sarà necessario far attenzione a non caricarli eccessivamente, la cultura pesa molto e il trasporto sarebbe poi problematico. Qualora i volumi avessero una precisa disposizione e s’intenda mantenerla anche in seguito alle pulizie consiglio potrebbe essere quello di svuotare ogni ripiano in una scatola apposita.
Se al momento della pulizia la libreria si mostri come un ammasso senza criterio potrete approfittarne per affidare ad ogni scatola un diverso genere letterario: romanzi, saggistica, guide, che successivamente andrà ad occupare un singolo ripiano.

 

 

Via la polvere

Strati di polvere si saranno senz’altro riposti sulla “capo”dei libri. Non rimuoverli con lo straccio col quale ripulirai gli scaffali, correresti il rischio di inumidire il libro danneggiandolo. Usa invece una piccola scopina che far volare via la polvere. Durante questa fase il libro non dovrà essere aperto per evitare che si possa accumulare polvere tra le sue pagine, dove sarebbe poi  davvero arduo rimuoverla.
Opera l’atto dalla parte della rilegatura verso l’esterno, per scongiurare un depositarsi di polvere sul bordo della copertina.

Le pagine prendono aria

Un boccata d’aria sarà sicuramente salutare per i tuoi libri, che a volte rimangono chiusi per diverso tempo. Se il meteo lo consente colloca i libri su di un piano all’esterno, disponendoli aperti o almeno distanziando un po’ le pagine.
Presta attenzione: la carta è piuttosto sensibile all’umidità e se le pagine si “asciugano” rapidamente corrono il rischio di arricciarsi! Se la libreria è posta in un spazio parecchio umido dell’appartamento evita quindi di esporli esplicitamente ai raggi del sole.

Pulire gli scaffali

Liberati gli scaffali sarà tempo di spolverare con applicazione ogni ripiano. Impiega un prodotto non esageratamente forte o grasso, e in quantità non eccessivamente abbondante, curando che il legno non si impregni o che sul vetro non si formi una sorta di pellicola.
Rammenta che avrai sempre un confronto con la carta, elemento assai assorbente. Il consiglio stavolta è quello di aspettare qualche minuto affinché il prodotto possa evaporare del tutto così da poter ricollocare i volumi in libreria senza nessun tipo di problema.

 

 

Bando all’umidità

Un ambiente asciutto è di indispensabile rilevanza per la vostra libreria. Durante le pulizie dovrai avvalerti di un deumidificatore, ripetendo questa operazione almeno una volta a settimana, anche previa estrazione di tutti i volumi dal loro posto o senza doverti necessariamente immergerti in pulizie non richieste.
Ricorda di non avviare il deumidificatore a una velocità troppo sostenuta: rischieresti di rovinare o “arricciare” le pagine nel passaggio frettoloso da un clima umido a uno asciutto.

Ancora un consiglio

Sistemare vicini i libri della stessa altezza agevolerebbe la rimozione della polvere dal loro margine superiore con la scopina.

 

 

La camera da letto

La zona notte è di riposo e serenità, di quiete e di sogno: prediligere i colori dell’oceano è la scelta più giusta, magari temperati dal bianco o dal color sabbia, mentre i tessuti, la cui composizione e trama deve sarà accogliente, dovranno essere in lino o cotone, al fine di garantire brio nelle calde nottate estive. Lasciate spazio all’inventiva e alla creazione con le textures, specie per le coperte, nonché con le fantasie: righe spesse, righine, piccoli pois, e tutto ciò che rievoca il mondo marino.

Gli esterni

Prioritario sarà realizzare uno spazio dove distendersi e beneficiare della gradevole frescura serale, così da incrementare in maniera considerevole il livello di godibilità del proprio rifugio al mare. Un confortevole divanetto in vimini con soffici cuscini bianchi, un tavolino adornato con candele profumate, un tavolo con sedie dove consumare un pasto all’aperto: note basilari dello spazio esterno di un’abitazione. Gli ornamenti possono ricordare ad ogni modo il mondo marino, o dar spazio alle piante, in modo che facciano la loro pare in fatto di ornamento, dirigendosi di più sul fattore illuminazione con lampade da terra in stile shabby chic.

Le decorazioni

Le rievocazioni del mare e dei suoi scenari sono decisamente le basi per far sì che la propria casa si distingui da quella quotidiana, connotandola in maniera puntuale. Bottiglie di vetro dai colori marini, impiegate come porta candele, cornici in legno chiaro per specchi e quadri, conchiglie raccolte sulla riva per addobbare oggetti, oppure rami di alberi al naturale, lavorati con carta vetrata per abbellire vasi da terra, le opportunità non mancano. E ancora, accrescere lo spazio con ancore, timoni, nodi marinari, coralli e stelle marine e grandi lampade contenenti candele, che danno un tocco d’altri tempi agli ambienti di casa.

I mobili dai colori chiari, dalle linee pulite e con uno stile senza tempo, saranno abbinabili a qualsiasi ambiente non stancando con il passare del tempo.


Servizio clienti
SERVIZIO CLIENTI
+39 081 8242194
+39 081 8246403
Pagamenti accettati
CARTE DI CREDITO
Possibilità di pagare con carte di credito
Montaggio
MONTAGGIO
Servizio montaggio gratuito

Trasporto
TRASPORTO
Servizio di trasporto gratuito